Io e Piero

images

Caro Piero,

il nostro è stato un rapporto burrascoso. E tu lo sai già, ne abbiamo già parlato. Ma, del resto, con uno come te non può che esserci un rapporto burrascoso…tronfio, esibizionista, “guappo”, come diciamo noi livornesi, e nello stesso tempo tenero, fragile, a tratti cristallino come certe mattine di settembre a Calafuria…

Domenica scorsa avresti compiuto ottant’anni. Tutta la città ti ha ricordato, omaggiandoti come mai aveva fatto prima. Del resto, nemo profeta in patria, e tu non hai fatto eccezione.

Ed io -e mai l’avrei pensato, da quando ti ascoltai per la prima volta a Firenze per merito di un amico – ho continuato ad ascoltarti, studiarti, cercare di entrare nel tuo mondo. E adesso, in occasione dell’edizione del Premio a te intitolato, ti canterò di nuovo e interpreterò alcune (ne hai avute tante da non ricordartele neanche) delle tue donne.

“A Livorno c’è sempre vento”, lo spettacolo scritto da Sergio Consani e interpretato da Marco Conte e dai JBJ Quartet, è di nuovo in scena al Vertigo il 29 Ottobre prossimo, alle 21,15, in cartellone ufficiale per il Premio Ciampi 2014.

Ma io, nel frattempo, come ti ho detto, ho continuato a studiarti, ad avventurarmi nei sentieri impervi della tua anima inquieta. E mi sono innamorata di un altro pezzo, uno dei tuoi più significativi, che è Piero Ciampi. E allora voglio condividerlo con chi ha voglia di ascoltarlo, scevro da pregiudizi, da sarcasmi superficiali, da perbenismi ipocriti.

Buon ascolto.

http://youtu.be/pn73K2T7Iyk

Io e Pieroultima modifica: 2014-10-01T17:27:18+02:00da annarub
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.